snai giochi carte skill 970x90

Trucchi per vincere a Scopa: 5 Strategie

Scritto da Dimensione Casino Il Aggiornato il .

trucchi poker

La Scopa è uno dei giochi di carte più giocati in Italia grazie anche alla semplicità delle sue regole. Per questo motivo, insieme al fatto che il più delle volte è giocato per puro divertimento e non per denaro, molti pensano che non esistano trucchi per vincere a Scopa.

Infatti quando si chiede come vincere a Scopa ad un giocatore amatoriale, la risposta tipica è che serve avere una buona memoria per ricordare o contare le carte. Questo sicuramente è un consiglio corretto, ma a meno che non si possieda una memoria molto superiore alla media, sarà difficile tenere a mente tutte le carte uscite senza opportuni "trucchi" o metodi.

E la Scopa di trucchi, o meglio di strategie, ne possiede più di quanti si possa immaginare. In questo articolo troverai spiegati tutti i trucchi, matematici e non, per giocare a Scopa nella migliore maniera possibile.
Cominciamo dal più semplice per salire man mano di livello.

 

1. Non lasciare 10 o meno sul tavolo

Una delle regole base, non lasciare sul tavolo delle somme inferiori o uguali a 10 per evitare possibili Scope all'avversario.

 

2. Occhio alle carte importanti

Presta sempre attenzione alle carte importanti per fare punti come Settebello, denari e Primiera.

 

3. La regola del Pari e del Dispari

Questo semplice sistema parte dal presupposto che la somma di una presa a Scopa è sempre pari. Infatti sia che prendi una carta sola (2+2=4, 3+3=6, ecc), sia che ne prendi più di una (1+3+5=8, 1+2+7=10), la somma sarà sempre pari.

Questo torna utile all'ultima mano: se la somma del valore delle carte che hai in mano con quelle che ci sono sul tavolo è pari, il valore totale delle carte dell'avversario sarà pari (due carte dispari e una pari, o tre carte pari). Se la somma è dispari allora l'avversario avrà una somma dispari (due carte pari e una dispari o tre carte dispari).

 

4. La regola del 220 o di Luciani

Per applicare questa strategia partiamo dal dato che il valore totale delle carte del mazzo è 220. Durante la partita dovrai contare tutte le carte e all'ultima mano sommarvi quelle che hai in mano tu e quelle presenti sul tavolo. Dovrai poi sottrarre il numero ottenuto dal totale iniziale di 220 e otterrai la somma delle carte del tuo avversario.

Se ad esempio la differenza fosse 4, il tuo avversario avrebbe un 2 e due Assi.

 

5. Il metodo del 48

In questo sistema bisogna ricordarsi di tutte le carte "sparigliate" o "non a coppia". Nel gioco della Scopa le carte posso essere prese "a coppia" (ad esempio 4 con 4, 6 con 6, ecc) ma ci sono anche carte che possono essere prese "non a coppia" (ad esempio 2 + 4 = 6 o Asso + 2 = 3).

Ricordandoti di queste carte "non a coppia", quelle che arriveranno all'ultima mano dovranno per forza "accoppiarsi".

Per spiegarlo più praticamente con un esempio, se durante la partita c'è stato un 2 + 4 = 6, dovrai tenere a mente 2, 4 e 6. Se con l'andare della partita c'è un 2 + 6 = 8, potrai togliere dal conto i 2 e i 6, che si sono "accoppiati", continuare a mantenere a mente il 4 ed aggiungere 8. Così per tutta la partita fino all'ultima mano.
Per semplicità di discorso, facciamo finta che sei arrivato all'ultima mano con ancora 4 e 8 "non a coppia". Se sul tavolo vedrai le carte 4, 8, 7, 5 e Re, sapendo che 4 e 8 non erano ancora accoppiati e lo faranno ora con le carte sul tavolo, per forza l'avversario dovrà avere in mano 7, 5 e Re.

Questa strategia è sicuramente la più impegnativa perchè occorre una grande concentrazione e non lascia margine al minimo errore, ma è anche quella più precisa.

 

Ricorda sempre che secondo le regole della Scopa, durante la partita è vietato prendere appunti di qualsiasi genere. A meno che tu non stia giocando online (dove è possibile farlo multiplayer anche a soldi veri sui più famosi e sicuri siti di scommesse italiani): il tuo avversario starà dall'altra parte dello schermo e non avrà modo di vedere se tu fai calcoli prendendo appunti.

Photo credit: fdecomite.